110eLode.Net
    Servizi per Studenti di Successo

Home l Per Studenti l Per Neolaureati l Chi siamo l Contatti

 

 

 

Esami Più Veloci, se Studi " a Grappoli"

Questa è un'indicazione per preparare velocemente gli esami, salvaguardando la qualità dell'apprendimento, anzi, migliorando l'apprendimento. Riguarda i criteri con cui stabilire quali esami preparare in una sessione, per darne il più possibile. Accade infatti che alcuni studenti aprano l'Ordine degli studi, scorrano la lista degli esami e inizino ad assegnare ogni esame ad una sessione: a Gennaio preparo l'esame X, a Dicembre l'esame Y, a Giugno l'esame di Fondamenti di Z. E così via.

Spesso finiscono per non rispettare i propositi: qualche esame inizia a saltare, qualche altro viene posticipato all'infinito, qualche altro ancora viene sostituito con uno "più facile", perché si arriva alle strette e non si riesce a dare gli esami. Ci si era programmati di dare molti esami e si finisce per darne pochi, con fatica e con risultati modesti. Come programmare meglio l'ordine in cui dare gli esami?

C'è un modo efficiente di ragionare, che sta alla base di una buona programmazione: consiste nel non ragionare per "esami". Spieghiamo meglio: l'esame è una suddivisione arbitraria di un'area disciplinare più ampia. Vuol dire che una vasta area del sapere è stata parcellizzata, per motivi didattici e pratici: da un campo grande, si è circoscritta una piccola area, e gli si è dato un nome, cioè il nome dell'esame.

A volte le denominazioni degli esami sono diverse, ma gli argomenti sono simili, quindi è opportuna una lettura approfondita del programma d'esame e dei libri di testo, per scovare le somiglianze anche dove sembrano non esserci.

Quindi, tutto sta nell'individuare un'area disciplinare, e preparare il "grappolo" di esami corrispondente, senza farsi condizionare dall'ordine in cui compaiono sull'Ordine degli studi: all'inizio è difficile, perché gli esami sembrano tutti diversi e senza collegamenti. Invece, ad una lettura attenta e critica, si possono individuare porzioni di esami che si sovrappongono, che ripetono gli stessi argomenti, che sono figli dello stesso genitore. Leggi quindi gli esami e i testi da preparare e metti un simbolo accanto a ciascun esame: gli esami con lo stesso simbolo appartengono alla stessa area disciplinare, quindi sono da considerarsi come fossero un unico grande esame. Programmare una sessione d'esame in funzione della famiglia di esami raggruppati, non di singoli esami "sfusi". Ti ritroverai a dare di colpo 5-6 esami per sessione, senza neanche accorgertene.

Il sapere non ha paletti, confini e spezzettamenti, ma è una trama di rimandi e di riferimenti continui, che non si possono recidere nettamente. La didattica, per motivi pratici, organizzativi e amministrativi cristallizza una porzione di sapere e la presenta come un'entità a se stante.

A te occorre fare il percorso inverso: ricomporre l'area madre che è stata frazionata in micro-aree. Individuare gli esami della stessa famiglia, cioè un gruppo di esami apparentati, in modo da sfruttare la preparazione per un esame per prepararne anche un altro. "Ricicli" lo stesso argomento per più esami e risparmi tempo e fatica. E poi, alleni una capacità che ti renderà efficiente anche in ambito lavorativo, cioè la capacità di sintesi: la capacità di ragionare in modo globale, di raggruppare, di assemblare e di connettere elementi isolati.

  Scarica l'articolo in Pdf
 

Torna agli articoli