Quando escono le commissioni dell’Eds, parte il toto-tema: si cerca di prevedere l’argomento del tema in base alle materie dei commissari, in particolare del presidente,  ai loro interessi, alle loro ricerche in corso, ai testi pubblicati, al loro segno zodiacale, al colore dei capelli, al gruppo sanguigno…

Mi sono arrivate talmente tante richieste di ragguagli sui commissari romani che alla fine ho fatto un’indagine simil-poliziesca e scritto due post appositi, questo e questo, pur rassicurando che ipotizzare il tema basandosi sulle materie dei commissari sarebbe stato fuorviante.

Infatti, è uscita l’intelligenza: nessun commissario di nessuna commissione romana si dedica esplicitamente a questo argomento di ricerca. Inutile prevedere, è un inutile sbattimento. Certo, tante volte c’è collegamento tra traccia e insegnamento diqualche commissario, ma altrettante volte non c’è. Le volte in cui c’è corrispondenza sono simili a quelle in cui non c’è e non giustificano il lavoro certosino da 007 sui commissari, con rilevamento di tracce, sopralluoghi e sofisticate operazioni di criminal-profiling.

Tutto ciò distoglie da un approccio metacognitivo allo studio e riporta indietro a un apprendimento contenutistico che spesso è deleterio per questo esame. Ecco alcuni degli errori più frequenti che complicano la preparazione dell’esame di stato di psicologia.

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Aiuto i laureati in Psicologia a preparare l'Esame di Stato. Scrivimi a tutor@110elode.net

Ultimi post di 110elode (vedi tutti)