Concorsi per Psicologi: speranza o illusione?

In teoria, il concorso pubblico per psicologi è una procedura di selezione trasparente, dove più persone gareggiano per un posto di lavoro pubblico e il più meritevole se lo aggiudica.

In realtà, spesso è uno strumento per stabilizzare collaboratori esterni, che già lavorano come precari nell’istituzione che bandisce il concorso.

In questo caso, tali collaboratori hanno iniziato a svolgere progetti all’interno o perché hanno ricevuto l’incarico a seguito di una selezione pubblica o perché conoscevano personale interno che ha affidato direttamente loro l’incarico, in base ad una relazione di fiducia e stima personale e professionale maturata in ambito di tirocini, altri contesti professionali o relazioni sociali.

Quindi, spesso il concorso non è un confronto imparziale tra i candidati, per individuare il più competente, ma serve a formalizzare collaboratori  che si sono mostrati preparati e che quindi alla prima occasione vengono premiati, prima con contratti a progetto e dopo anni di onorato servizio, vengono giustamente stabilizzati.

E’ raro, anche se osservabile in alcune realtà “balzate agli onori della cronaca”, che un concorso venga approntato appositamente per conoscenti a cui ricambiare favori, figli da sistemare, parenti, amanti, amici, amici di amici, a cui dare il posto fisso perché ci si sente autorizzati ad una gestione familistica, nepotistica e clientelare della “cosa pubblica”.

Comunque, il fatto che alcuni concorsi rispondano a queste logiche o siano stati un modo, da parte di politici, per ricambiare i voti ricevuti, come emerso da alcuni fatti di cronaca, non deve essere un alibi per non provare nessun concorso. Provaci lo stesso. Nel dubbio che si tratti di un concorso pulito o truccato, meglio partecipare.

4 motivi per partecipare ai concorsi (anche quando hai il dubbio che siano truccati)

Preparare un concorso richiede un investimento notevole in termini di tempo, energie, soldi, ma vale la pena affrontarlo, per diversi motivi:

1) i concorsi per psicologi hanno molte materie in comune, ad esempio Diritto Costituzionale, Diritto Amministrativo e Ordinamento degli enti locali sono richiesti nella quasi totalità dei concorsi, quindi una volta che hai studiato per un concorso, sei automaticamente già preparato anche per altri concorsi, sia per psicologi che per altri ruoli statali;

2) ogni concorso ti rende sempre più abile nel fare altri concorsi, perché impari a gestire sempre meglio tempi, organizzazione dello studio, modalità di risposte alle domande, svolgimento di temi, ecc. Migliorerai sempre di più, quindi aumenterai di concorso in concorso le possibilità di risultare il più preparato;

3) statisticamente, più concorsi farai, più aumenta la percentuale di concorsi puliti e quindi le probabilità di vincere grazie al merito. Ad esempio una volta che impari a fare i concorsi per psicologi, potrai anche partecipare a quelli per impiegati amministrativi.

Certo, è un altro ruolo, ma può essere un part-time fisso che ti dà la sicurezza per sviluppare poi di pomeriggio la tua attività di psicologo libero-professionista, con la tranquillità di un’entrata stabile che ti consenta di pagare l’affitto di casa, di crescere tuo figlio, ecc.

4) la posta in gioco è molto alta: si tratta infatti di un posto pubblico, tutelato, sicuro, generalmente stabile, con enormi garanzie, con ferie pagate, permessi retribuiti, maternità, tredicesime, indennità che aumentano lo stipendio mensile (puntuale e preciso), carriera automatica per scatti di anzianità. Un quadro mediamente ben più roseo e tutelato di qualsiasi posto privato anche a tempo indeterminato.

Vale la pena provare, anche se sei giovane e queste caratteristiche non ti sembrano attraenti. Infatti, non si sa cosa ti riserverà il futuro, se i tuoi bisogni possono cambiare, se puoi trovarti ad avere esigenze diverse che richiedano una minima stabilità per essere soddisfatte.

Concorsi per psicologi non psicoterapeuti

Non esistono solo concorsi che richiedano la scuola di specializzazione in psicoterapia. Esistono anche concorsi per psicologi non psicoterapeuti.

In genere, sono i concorsi indetti dai Servizi Sociali oppure i concorsi per Neuropsicologi nella regione Veneto, che ha una legislazione regionale specifica, che prevede uno psicologo obbligatorio nelle residenze per anziani. Dunque, spesso il Veneto bandisce concorsi, in cui è importante avere una preparazione neuropsicologica.

Come si svolgono i concorsi

Ad ogni concorso partecipano centinaia, spesso migliaia, di candidati pieni di speranza, di tutte le età ed esperienze, provenienti da tutta Italia, per pochissimi posti in palio. Ti troverai dunque in grandi sale conferenze, palestre, spazi ampi organizzati con banchetti singoli.

i-1-concorsi psicologiVicchio (Fi), 2010. Aula del concorso per istruttore amministrativo categoria C, nel piccolo comune fiorentino. 233 candidati ammessi, 2 posti in palio, di cui uno riservato al personale interno.
i-2-concorsi psicologiNapoli, 2010. La folla radunata fuori la Mostra d’Oltremare di Fuorigrotta in attesa di svolgere il maxi-concorso indetto dal Comune di Napoli. 112 mila le domande, 534 posti in tutto.

i-3-concorsi psicologiBelluno, 2010. In fila per il concorso di addetto allo sportello telefonico al Bim Gsp. In palio, un contratto a tempo indeterminato da mille euro al mese. Ci sono tanti giovani laureati e tante persone mature. Due candidati su 10 hanno più di 40 anni. Più di 200 domande, un solo posto.

i-4-concorsi psicologiForte dei Marmi (Lu), 2010. In fila davanti al palasport per il concorso di vigile urbano. In 1800 per 9 posti.

Prove dei concorsi per psicologi

Generalmente, i concorsi per psicologi prevedono queste prove:

Prova preselettiva a crocette
Prove scritte di diritto
Prove scritte di psicologia di comunità
Prove scritte di progettazione
Prove scritte di casi clinici
Orale su legislazioni varie

Vuoi saperne di più?

Scarica subito il manualetto gratuito “3 strategie per lavorare come psicologo”



The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Ho realizzato il 1° Kit di Preparazione per l'Esame di Stato, con cui ho aiutato ormai 10 generazioni di psicologi ad abilitarsi. Se serve aiuto, scrivimi a tutor@110elode.net