Laboratori pratici intensivi in piccoli gruppi per l’EdS a Roma

Esame di Stato Psicologia Roma Sapienza


Perché è difficile prepararsi all’Esame di Stato di Psicologia?

– Perché circolano così tanti manuali, materiali raffazzonati, corsi sull’Esame di Stato di Psicologia, che si viene subissati dall’ammasso di informazioni e si crea troppa confusione. Non si riescono più distinguere le informazioni davvero utili e affidabili. Inoltre, visto che i criteri di valutazione delle prove cambiano sempre, si rischia di studiare  su manuali e metodi ormai non più validi. 

– Perché c’è poco tempo per preparare l’Esame di Stato di Psicologia, che richiede un metodo di studio diverso da quello universitario, che non deve essere mnemonico, ma pratico. Quindi, come impostarlo? All’università non viene insegnata la pratica, spesso neanche al tirocinio, e non sempre vengono approfonditi progetti, casi clinici e interventi. 

– Perché non ci sono regole fisse da seguire, né libri prestabiliti da studiare, né formule magiche da applicare per svolgere le prove ed essere promossi. Tutto dipende dalle singole commissioni, tutto è imprevedibile, tutto cambia sempre, quindi occorre studiare con flessibilità, per evitare errori che possono costare la bocciatura .

laureati

Perché i classici corsi non vanno bene per preparare l’Esame di Stato di Psicologia?

Data la complessità dell’Esame di Stato di Psicologia, spesso si cercano corsi, ma non sono la soluzione ideale! 

1) Spesso i corsi sono tenuti da scuole di psicoterapia, in forma gratuita, per far sì che gli studenti familiarizzino con quella scuola di psicoterapia, così una volta diventati psicologi, si iscrivono. Tuttavia, le scuole di psicoterapia sono specializzate, appunto, nella formazione in psicoterapia. Esse sono esperte nel formare psicoterapeuti.

Il corso sull’Esame di Stato non è il loro fulcro, ma rientra in tutto un altro ambito, quello didattico, che è totalmente diverso e richiede tutt’altre competenze. In più, la matrice clinica e psicoterapeutica rischia di contaminare la preparazione, che deve essere neutra, non vincolata ad approcci.

2) Spesso i corsi sono tenuti da psicoterapeuti o giovani psicologi che non si occupano di didattica, ma si dedicano alla didattica come un servizio accessorio, secondario, per arrotondare o per iniziare a lavorare, .

Tuttavia, la didattica è estremamente complessa, non si può improvvisare, soprattutto quella per l’Esame di Stato, che è un esame particolare, dove non basta averlo superato per diventare esperti nel fornire una preparazione. Si rischia di basare tutto su presunte indicazioni da seguire o su generalizzazioni, che possono essere obsolete o errate.

3) Il concetto stesso di “corso per l’Esame di Stato di Psicologia” implica un approccio dogmatico, con un docente che sale in cattedra e detta regole, ma per questo esame, non ci sono regole da applicare!

Nulla si può generalizzare o prevedere, nessuno può dirti “devi fare così o cosà”, neanche un ex-commissario d’esami, perché quello che valeva per la sua commissione, non è detto che valga per tutte le altre commissioni, in tutte le altre sedi, in tutte le altre sessioni.

 

i-tesilibri

freccia-blu-miniPer questo, sono sempre stata contraria al concetto stesso di “corso”. Infatti, quello che organizzo in studio a Roma non è propriamente un corso, ma un piccolo gruppo di max 4-5 persone, per apprendere metodi che consentono di trovarsi già svolto il 60% di ogni traccia.

Studio continuamente come migliorare la preparazione all’Esame di Stato ed estrapolo alcune basi che possono essere adattate flessibilmente, proprio come avviene per la professione di psicologo, che non è basata sull’applicazione standardizzata di metodi, ma sulla flessibilità.

Occorre, infatti, imparare a gestire la complessità e l’imprevedibilità, proprio come succede nella professione di psicologo! Salire in cattedra e spiegare nozioni sarebbe una perdita di tempo, soprattutto per chi lavora e deve ottimizzare tempi e risorse.

book-1091627_1280

Aiuto gli studenti da 15 anni, dedicandomi al 100% alla didattica e aggiornando continuamente il metodo di apprendimento. Per questo, le strategie non si trovano nei manuali e spesso non le inserisco neanche nel Kit 110eLode, quello che ho realizzato, che ha abilitato più di 8 generazioni di psicologi.

Sono strategie aggiuntive che riservo a chi viene in studio. Ogni anno l’impostazione dei gruppi è diversa, ma mai frontale e dogmatica e ogni anno ci sono novità da inserire.

freccia-blu-miniSe vuoi partecipare a questi piccoli gruppi a Roma, scrivimi da questo modulo. Ogni incontro dura 2 ore, costa € 30. Faccio massimo 2 incontri per ogni prova, ma puoi seguirne anche solo uno. Non voglio che dipendi da un corso: una volta che hai le basi, potrai continuare a studiare autonomamente o al massimo richiedere lezioni di supervisione individualizzata. Tutto è molto intensivo e pratico. Non servono ore e ore di corso teorico. Scrivimi ora da qui:

Nome

E-mail

Se hai domande sull'EdS scrivile qui sotto

Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali