Seleziona una pagina

Quando farai la prova di progetto dell’Esame di Stato di Psicologia, non dovrai scrivere “a getto continuo” come nel tema, ma suddividere la tua trattazione in paragrafi. Quali?


Non esiste una scaletta universale di paragrafi

Ogni commissione elabora la scaletta che vuole, con i paragrafi che vuole.

Talvolta ricicla la scaletta usata dalle commissioni precedenti. Talvolta copia la scaletta usata in altre sedi. Talvolta inventa una nuova scaletta.

Paragrafi frequenti del progetto dell’Esame di Stato di psicologia

I paragrafi più frequenti per le scalette del progetto dell’Esame di Stato di Psicologia sono: 

– Titolo
– Modello teorico e analisi del contesto
– Destinatari, talvolta divisi in diretti e indiretti
– Obiettivo generale
– Obiettivi specifici
– Metodologia
– Attività, fasi, tempi
– Risorse
– Budget
– Rischi
– Valutazione iniziale, in itinere e finale

Varianti decise dalle commissioni

Ciascuna commissione può accorpare alcuni paragrafi, ad esempio metodologia e attività, isolarne altri, ad esempio i tempi, eliminarne altri, ad esempio i rischi. Può cambiare i nomi dei paragrafi.

Ogni commissione può fare quello che vuole.

E’ strategico quindi esercitarti a fare progetti con questa scaletta.

Ma anche provare ad adattarla alle tracce degli anni scorsi, accorpando o isolando i paragrafi come richiesto di volta in volta dalla traccia.

La scaletta che dovrai seguire è, infatti, solo quella che ti fornirà la tua specifica commissione.

Altri suggerimenti per l'EdS:

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Ho realizzato il 1° Kit di Preparazione per l'Esame di Stato, con cui ho aiutato ormai 10 generazioni di psicologi ad abilitarsi. Se serve aiuto, scrivimi a tutor@110elode.net