Seleziona una pagina

La prima prova dell’Esame di Stato di Psicologia viene bollata da molti come “prova teorica”, come “mera ripetizione dell’esame di psicologia generale”. Non lo è.


Molti studenti pensano che la prima prova dell’Esame di Stato di Psicologia sia una prova “teorica.

Dicono che non ha senso. Che è troppo mnemonica.

In realtà, non è una prova teorica, perché l’Esame di Stato di Psicologia è un esame di abilitazione. Quindi tutte le prove sono pratiche. Inclusa la prima!

E poi, la prima prova non è una ripetizione dell’esame di psicologia generale.

Gli argomenti possono spaziare da psicologia generale, sociale, dello sviluppo, metodologia e strumenti, problematiche recenti.

La prima prova, quindi, non è un tema da riempire di teorie astratte, raffazzonate qua e là.

Non è un compito dove devi dimostrare quante cose sai.

Questo lo hai già dimostrato agli esami universitari!

Ora è il momento di pensare a cosa fai con quello che sai.

Solo allora la prima prima ti sembrerà una prova concreta, coerente con lo spirito di un esame di abilitazione.

E la preparazione acquisterà senso.

Perché non si tratterà di memorizzare pappe pronte da riproporre all’esame, ma di trasformare le tue conoscenze in strumenti di chiarificazione, comprensione e intervento su un problema. Come fa uno psicologo.

Altri suggerimenti per l'EdS:

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Ho realizzato il 1° Kit di Preparazione per l'Esame di Stato, con cui ho aiutato ormai 10 generazioni di psicologi ad abilitarsi. Se serve aiuto, scrivimi a tutor@110elode.net