Ti stai preparando per l’Esame di Stato di Psicologia?

Allora ti imbatterai in leggende di questo tipo: “A Roma chiedono così, a Milano fanno cosà, mi hanno detto che a Torino vogliono colà”, “mi hanno riferito, detto, informato, sono venuto a sapere da mia cugina che ha fatto l’eds l’anno scorso che…”

Ebbene, sono ingenuità. NON ci sono leggi del genere all’Esame di Stato. Se una cosa non è riportata su fonti ufficiali (= leggi e decreti) rischia di essere solo il classico “rumor”,  o “buzz” come si suol dire, che si diffonde puntualmente intorno a queste grandi prove caratterizzate da imprevedibilità.

Le cose cambiano di anno in anno. Quindi ogni commissione, in ogni sessione, può comportarsi diversamente. Ogni anno occorre adattarsi a quello che la singola commissione in quella sessione vuole, alla singola traccia, alla singola richiesta, con il massimo della flessibilità.

Purtroppo non si possono fare previsioni, non si hanno certezze su nulla e dunque occorre ottimizzare la preparazione, strutturandosi gli argomenti e focalizzando i concetti, per poi adattarli e rielaborarli di volta in volta.

L’unica certezza è il numero delle prove, perché fissate dal ministero: persino la tipologia riserva soprese! Leggi qui e guarda cosa è successo a Trieste 3 sessioni fa.

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Aiuto i laureati in Psicologia a preparare l'Esame di Stato. Scrivimi a tutor@110elode.net

Ultimi post di 110elode (vedi tutti)