Non esiste una statistica ufficiale sul numero di promossi e bocciati in ogni sede di esame di stato. La percentuale varia sempre in ogni sede, perché ogni anno variano le commissioni e ogni commissione può comportarsi in modo diverso da quelle precedenti.

Nella stessa sede, un anno possono essere promossi tutti, perché si insedia una commissione generosa, l’anno dopo possono essere bocciati tutti, poiché la nuova commissione è severa. Dunque è inopportuno dire: “vado lì perché ci sono meno bocciati”.

Fino a qualche tempo fa circolava anche la leggenda per cui nelle sedi piccole e nuove, come L’Aquila o Chieti, si promuovesse di più e l’esame fosse più facile. C’è stata dunque una migrazione di massa, con il risultato che la comissione di quest’anno…è stata severissima, con percentuali altissime di bocciati. Roma invece, sede grande e storica, per molti anni si è tenuta equilibrata, nele ultime sessioni si sono registrati invece tassi di bocciature record, vere e proprie stragi. Tanto che molti studenti romani sono fuggiti in altre sedi. E invece la commissione di quest’anno…è stata generosissima.

Padova tradizionalmente era una sede complessa e severa, eppure negli ultimi tempi, i bocciati sono stati meno rispetto a Firenze, sede più piccola e più tranquilla, dove invece ultimamente si sono raggiunte punte di bocciati dell’80%, tanto che quest’anno si sono iscritti solo in 20! Meglio quindi non farsi strani calcoli, per non rischiare brutte sorprese. Riguardo a bocciati e promossi, ecco un altro spunto.

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Aiuto i laureati in Psicologia a preparare l'Esame di Stato. Scrivimi a tutor@110elode.net

Ultimi post di 110elode (vedi tutti)