Seleziona una pagina
Esame di Stato Psicologia 110eLode.Net

110eLode è lo Studio Didattico che aiuta gli studenti (soprattutto lavoratori che hanno poco tempo) a raggiungere gli obiettivi di apprendimento più importanti e difficili per gli iscritti a Psicologia: superare il test di ammissione, laurearsi, abilitarsi alla professione.

Come? Progettando e realizzando ecosistemi di apprendimento innovativi, creativi e metacognitivi, per ottimizzare sforzi e tempo.

stella di giorgio miniEcco i risultati che hanno raggiunto gli studenti che ho seguito in 20 anni. Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Ho creato con amore e sudore 110eLode nel 2006 e ho dedicato tutta la vita lavorativa all’apprendimento. Non ho mai smesso io stessa di studiare (laurea in Filosofia di 4 anni, Laurea in Psicologia di 3+2 anni con abilitazione, master, corsi e corsetti infiniti…). Leggi le opinioni su di me su Linkedin.

freccetta blu Risultati: più di 10 generazioni di psicologi hanno superato l’Esame di Stato con il Kit di Preparazione, diventato un cult didattico, benchmark del settore, pluricopiato da piccoli tutor e grandi case editrici

La psicologa e tutor Stella Di Giorgio, grazie alla sua precedente laurea filosofica, ha inventato il kit di preparazione, con un approccio metacognitivo che ha fatto la storia della preparazione dell’Esame di Stato, segnando un prima e un dopo.

Nessuno, neanche professori universitari e grandi case editrici, aveva mai ingegnerizzato le prove, estrapolando procedure da adattare flessibilmente alle tracce, per coprire anche richieste impreviste. Il kit ha consentito uno studio attivo, piuttosto che mnemonico, teorico e nozionistico.

Uno studio non più basato sul meccanismo associazionista stimolo>risposta e che ha trasformato la preparazione all’EdS in un percorso organizzato, strutturato e flessibile di crescita personale e professionale. Ora il kit EdS è distribuito da Amazon sotto-forma di manuali cartacei e conservato dagli studenti anche per concorsi, bandi, aggiornamento e pratica professionale.

Un po’ come per le psicoterapie, che si fondano su basi, strutture e procedure solide, basate su specifici presupposti, per dar chiarezza, coerenza e ordine all’intervento, ma sono flessibili, perché personalizzabili per ogni individuo.

Il manuale per il tema, parte del Kit per l’Esame di Stato

freccetta blu Risultati: centinaia di matricole hanno superato il test di ammissione con il Kit Melissa, unico tutoraggio e manuale specifico per il test della Sapienza (fino al 2019, quando il test della Sapienza si è uniformato agli altri)

La stessa tutor ha creato Melissa, lo storico kit per la preparazione del test di ammissione in Psicologia alla Sapienza di Roma, che era diverso da quello delle altre città, e non c’erano in commercio manuali con esercizi appositi.

La tutor Stella ne ha inventati, compilati e spiegati più di 1000, analoghi a quelli ufficiali, accompagnando passo passo i diplomati a superare questa prova. Ora il test di ammissione della Sapienza è cambiato ed è stato uniformato ad altri test.

Il manuale Melissa, parte del Kit per il test di Psicologia alla Sapienza (kit non più in commercio, perché il test ora è cambiato)

freccetta blu Risultati in più di 20 anni di esperienza didattica: studenti bocciati, fuoricorso e demotivati hanno ritrovato fiducia e tagliato traguardi che non credevano più di raggiungere

In più di 20 anni di esperienza didattica, la tutor ha aiutato studenti nel recupero materie e  anni scolastici, preparazione di esami universitari, diversificazione del metodo di studio, orientamento post-laurea, sempre trovando formule innovative, creative e metacognitive, restituendo fiducia a studenti fuoricorso, demotivati e spesso feriti nel loro percorso di apprendimento (quante volte un prof, con una parola di troppo, senza volerlo, segna gravemente l’identità degli studenti?).

La tutor Stella è stata anche 2 volte ospite del format “Stesi dalle tesi” con un talk sul vissuto di bocciatura, dal titolo: “Bocciati a scuola, promossi nella vita. Intelligenza razionale contro Intelligenza emotiva”. Argomento affrontato anche nella terza tesi di laurea, sperimentale, che indagava le cause dell’insuccesso scolastico.

copertina guida metodologie didattiche in mano a donna

Il manuale sulle metodologie didattiche, per  concorsi e aggiornamento come insegnanti di Psicologia e scienze umane

freccetta blu Obiettivo di oggi: aumentare il numero di laureati in Italia, ancora tra i più bassi d’Europa, aiutando gli studenti over30 a conciliare studio, famiglia e lavoro

Attualmente, la tutor ha passato il testimone a giovani ex-studenti per i tutoraggi su metodo di studio, test di ammissione ed Esame di Stato, e si sta soffermando con i collaboratori su metodologie per ottimizzare lo svolgimento di tesi di laurea e tesine tfa, uno degli impegni su cui i laureandi non ricevono sufficiente formazione e sostegno dall’università, motivo per cui l’Italia ha un numero di laureati più basso di altri paesi d’Europa e un tasso di abbandono più alto.

Ad essere penalizzati sono soprattutto i lavoratori, spesso di età elevata (in 110 ci sono stati studenti anche di 80 anni!), che si iscrivono all’università per passione, per cultura personale, per migliorare sé stessi e il lavoro che già svolgono (e il mondo!), ma non sempre l’università li aiuta a conciliare studio, famiglia e lavoro.

La gatta Melody mentre studia per un esame (Croccantinologia?)

Ti racconto la storia del Kit per l’Esame di Stato, che ha segnato un cambio di paradigma nel modo di preparare l’abilitazione e rispecchia la storia di tanti psicologi che lottano ogni giorno per amore della professione

Sono la tutor Stella e questa è una storia di dedizione, sacrificio e sofferenza, che racconto come incoraggiamento ai giovani, affinché affrontino la professione con tutte le loro forze e speranze, superando ingiustizie e ostacoli che spesso si presentano proprio in occasione di questo esame, portanto innovazione e creatività. D’altronde, ho passato gli “anta”, un grave burnout e ho una visione più matura e disincantata delle cose, e grande fiducia nelle giovani generazioni, a cui ora ho ceduto i tutoraggi d’esame.

2007 - Come è nata l'idea del Kit

Ho realizzato il kit quando lavoravo soltanto in studio a Roma, seguendo studenti lavoratori che avevano poco tempo per preparare l’Esame di Stato. Sul mercato c’erano soltanto manuali di psicologia generale, sociale e dello sviluppo. Non c’erano i Social Newtork.  Non c’erano tanti materiali, né corsi di preparazione. Quelli che c’erano, erano prettamente contenutistici. Mancava tutta la parte strategica, che ho ideato personalmente, in base all’esperienza di 7 anni che avevo accumulato in ambito didattico. Ho inventato qualcosa che non c’era, ma che serviva agli studenti che seguivo, per ottimizzare tempi e metodi della preparazione. Spiegavo loro le strategie e poi lasciavo loro un pacchetto cartaceo da me realizzato, per ripassare, vedere esempi e fare esercitazioni.

2008 - Il kit viene digitalizzato

Già da 2 anni avevo creato da sola il sito 110eLode.Net, dove pubblicavo articoli di consigli sul metodo di studio universitario. Nel 2008, ho deciso di dedicare una pagina al kit, per spiegare il mio metodo strategico di preparazione dell’Esame di Stato, che avevo collaudato con gli studenti seguiti in studio, tutti lavoratori adulti, rimasti entusiasti. Non esistevano i Social Network, ocomunque non erano mainstrem come oggi. Internet ancora era poco battuto e avere un sito era ancora qualcosa di strano,innovativo, percepito come un po’ pericoloso. Ero scettica sul fatto che qualcuno, on-line, si sarebbe fidato. In fondo ero una tutor sconosciuta, che voleva solo condividere un nuovo approccio risultato efficace e innovativo. Eppure, ho ricevuto la prima richiesta, da una ragazza della provincia di Caserta. 

2009 - Aumentano gli apprezzamenti dagli studenti

Dopo la prima richiesta, non avrei immaginato di riceverne altre, oltre a tanti inaspettati ringraziamenti. Tante persone stavano preparando l’esame in poco tempo, senza neanche acquistare libri. Questo significava, per molti lavoratori, recuperare tempo per stare con i loro figli, riuscire a riposarsi dopo il lavoro ed evitare di disperdersi tra molti manuali, spesso costosi ed esclusivamente contenutistici. Nel frattempo, continuo ad aggiornare il kit, rilasciando 3 nuove versioni ogni anno,sempre abbinate a tutoraggi in cui spiegavo come applicare il tutto. Nessuno veniva lasciato solo con i materiali da studiare. 

2010 - La quantificazione del risparmio di soldi, tempo e sforzo

Dopo 5 anni, riesco a fare un bilancio più o meno spannometrico del risparmio di tempo, soldi e sforzo portato dal kit agli studenti. Le strategie di preparazione consentivano di coprire ben il 50% del tema, il 75% del progetto e il 75% del caso clinico. I costi si riducevano di 5 volte, rispetto all’acquisto dei consueti manuali di taglio contenutistico. In fondo, lo psicologo deve essere efficiente! Continuo instancabilmente ad ampliare, giungendo a circa 80 temi, oltre che ad aggiungere indicazioni su come adattare flessibilmente le strategie.

2011 - L'applicazione meccanica delle strategie e la diffusione illecita

Iniziano ad aumentare le copie diffuse illecitamente. Qualcuno fa il furbetto e spaccia illegalmente il frutto della mia fatica, danneggiando gli studenti, che così si trovano il kit non aggiornato e senza il mio tutoraggio abbinato, in cui spiego come utilizzare questo strumento. Ho sempre insistito su aspetti strategici e metacognitivi, tanto da aver fatto la tesi sulla metacognizione. Estrapolando soltanto la parte cartacea del mio lavoro, molti studenti finiscono per applicare le strategie in modo meccanico e standardizzato. Tutto il contrario di quello che spiegavo nel tutoraggio. Ma la cultura dell’illecito, praticamente, è inarrestabile e l’etica non è scontata neanche per chi aspira a fare lo psicologo. 

2012 - Il kit arriva a includere oltre 300 file e audiocorsi

Continuo ad ampliare il kit, a sostituire alcune parti ormai obsolete, ad aggiungere nuove strategie e ad abbinare iniziative di tutoraggio. Non mi limito più ai file stampabili, ormai arrivati a più di 300, tra manuali, riassunti e materiali di approfondimento. Arricchisco il kit con audiocorsi, vincendo le inibizioni. Temevo le reazioni al mio accento romano (e non sono neanche romana di nascita!), ma è prevalso il desiderio di essere utile agli studenti lavoratori, consentendo loro di ascoltare podcast con indicazioni, sfruttando anche i tempi morti. D’altronde lo avevo chiamato “kit” proprio perché non l’ho mai voluto limitare ai manuali, ma sempre unire ad altri materiali e alle iniziative di preparazione e supervisione.

2013 - Il kit diventa multimediale: testi, audio e video

Dopo aver superato lo scoglio della registrazione dei podcast, aggiungo anche i videocorsi, per moltiplicare i canali di apprendimento. Non smetto di aggiornare tutti i contenuti, modificando, sostituendo e ampliando, perché l’esame cambia sempre e occorre rimanere sul pezzo. Il “prezzo” di queste continue revisioni è la presenza di inesattezze, che dimostrano la costante dedizione, per garantire materiale sempre aggiornato, mentre continua la diffusione di vecchie copie ormai superate e numerose rivendite illegali da soggetti non autorizzati, che hanno lucrato in modo scandaloso sul lavoro altrui. Aggiungo anche diverse iniziative di tutoraggio, tra cui gruppo di supervisione non-stop e simulazioni d’esame.

2014 - Gli aggiornamenti costanti e strutturali

L’esame cambia sempre, richiede sempre più flessibilità, quindi aumento le iniziative di tutoraggio, che sono sempre state il punto di forza del kit: le dispense non le ho mai concepite per essere utilizzate da sole, disgiunte dal mio tutoraggio, dove spiegavo come svolgere le prove e quale utilizzo fare di tutte le parti strategiche e contenutistiche. Tanti copiano in modo molto sfacciato questo lavoro, sia piccoli tutor alla riscossa, che grandi case editrici :-O! Questa non me l’aspettavo.

2015 - Il kit originale e le copie illecite e non aggiornate

Continuo a ricevere ogni giorno segnalazioni di tutor, corsi, materiali che hanno attinto al kit, che lo hanno copiato in varia misura, che lo hanno rubato, sfruttato e poi criticato. La preparazione all’Esame di Stato diventa sempre più una giungla, ma è una normale dinamica sociale. Tutte le copie e i nuovi materiali che spuntano ogni giorno, non riescono a stare al passo con gli aggiornamenti, a cui penso giorno e notte e che rilascio con costanza. Spesso nelle copie vengono riproposti in modo meccanico riferimenti e tecniche ormai superate. L’originalità paga sempre e il karma non perdona.

2016 - La fine dei temi "precotti" e dei materiali pronti

L’esame è sempre più imprevedibile, gli argomenti sempre più vasti, per non impazzire e godersi il viaggio, occorre sviluppare flessibilità. E si può sviluppare solo con le iniziative di tutoraggio. Ho sempre insistito sulla flessibilità, ma ora è davvero decisiva. Non si può più pensare di preparare un esame di abilitazione memorizzando una sfilza di temi svolti, progetti svolti e casi svolti, per quanto possano essere svolti “bene”. I temi svolti sono morti. Non serve una preparazione ampia, ma una preparazione intelligente. Assolutamente non basata sull’assimilazione acritica di precotti.

2017 - La pericolosa omologazione dei materiali EdS

Le copie obsolete, illecite, e anche manomesse (lo scopro grazie a segnalazioni spontanee continue), nonché materiali spesso realizzati a partire dai vecchi kit, ormai non si contano più. C’è una vera e propria deriva, che porta a uno studio nozionistico-ossessivo, accompagnata da una forte ansia spesso amplificata da gruppi Facebook, oltre a una grave omologazione. Infatti, a forza di replicare strategie estrapolate da un contesto, applicate rigidamente, senza sviluppare un’adeguata metacognizione (possibile solo entro una relazione didattica), i prof si trovano a correggere compiti tutti uguali. Io continuo a lavorare soprattutto con studenti lavoratori: il tutoraggio si rivela decisivo, più che lo studio asettico di contenuti stampati o temi precotti. Occorre ormai un cambiamento radicale.

2018 - Il kit si rivoluziona: arriva l'approccio modulare e costruttivista

Ho sempre cercato di stare sul pezzo, garantendo un lavoro non certo perfetto, ma costantemente aggiornato, ideando sempre nuovi contenuti e strategie per rendere significativo l’apprendimento. Per ben 2 anni lavoro a una nuovissima versione del kit, perché penso che lo psicologo abbia il dovere di innovare. Nasce la formula modulare e costruttivista, ispirata alle nuove teorie dell’apprendimento, decisamente complessa, ma ricca di potenzialità, in grado di coprire qualunque traccia e scaletta, anche quella più imprevedibile. Data la complessità, riduco il numero di iscritti per un tutoraggio intenso, sciorinando costantemente nuovi tip (piccoli suggerimenti per la preparazione) in un gruppo privato, aumentando le esercitazioni e le attività di preparazione. Sempre tutto incluso. Il kit si trasforma in Academy.

2019 - 2020 E poi arrivò il burnout

Puntuale. Inevitabile. Arrivò il burnout. Durato 4 anni, dall’inizio, fino a toccare il punto più basso per poi iniziare una graduale risalita, stando alle ricostruzioni fatte con il mio psicoterapeuta. Un conto studiare il burnout, un conto viverlo sulla propria pelle, dopo averne viste e subìte di tutti i colori. Dopo una grande sofferenza, non certo la prima nella vita, che non si è limitata all’ambito professionale, ma ha investito anche quello personale e di salute, si torna profondamente cambiati. Mi sembra anche strano esserci ancora, ma lo scrivo, per dare speranza a tutti quelli che in questo momento passano di qui e stanno attraversando un grande dolore. Con empatia, rispetto e senza retorica.

2021 - La pandemia e la partnership con Amazon

Il kit diventa cartaceo, gestito da Amazon. La mission è trasformare la preparazione dell’Esame di Stato in un percorso di crescita non solo professionale, ma anche personale. Sul sito, allestisco anche un’area gratuita con materiali multimediali di chiarimento e approfondimento.