Seleziona una pagina

Offro assistenza tesi Ecampus di Psicologia da quando è stata fondata questa università! 


Assistenza tesi in Psicologia Ecampus: il progetto tesi

La tesi triennale in Psicologia all’università Ecampus inizia con un progetto di tesi, diviso in 4 parti. 

Nella prima in si forniscono al relatore 3 possibili titoli per la propria tesi di laurea.

Nella seconda si indica sinteticamente cosa si scriverebbe nell’introduzione.

Ad esempio, puoi scrivere che vuoi trattare della relazione tra disturbi dell’apprendimento e depressione, per compendere perché questi disturbi siano spesso in comorbidità nell’età evolutiva. Basta anche un punto elenco con 3 brevi frasi.

Nella terza parte del progetto tesi si indica sinteticamente cosa si scriverebbe nel corpo centrale della tesi.

Anche in questo caso, basta un punto elenco con 3 brevi frasi, ad esempio: disturbi dell’apprendimento, depressione nei disturbi dell’apprendimento, relazione tra disturbi dell’apprendimento e depressione.  

Nella quarta parte si scrivono le conclusioni a cui si vorrebbe giungere, ad esempio: documentare la relazione tra disturbi dell’apprendimento e depressione, per attivare progetti di prevenzione del disagio e di potenziamento dell’autostima, per insegnanti ed educatori, affinché il bambino venga aiutato a sviluppare il suo potenziale di apprendimento.

Questo è solo un esempio! Ci sono anche relatori che non richiedono il progetto tesi, ma un’idea generale di cosa vorresti trattare, oppure un indice provvisorio e una lista di possibili articoli scientifici.

Assistenza tesi in Psicologia Ecampus: la ricerca di articoli scientifici

Nella tesi triennale di Psicologia alla Ecampus, occorre poi schedare 4 articoli di ricerca, in inglese, recenti.

Occorre cercarli sugli archivi di ricerca. Qui ho creato un filmato breve con una lista di archivi da consultare. Oppure puoi fare la ricerca su Google Schoolar

Occorre cercarne una decina, da inviare al relatore, poi lui ti aiuterà a sceglierne 4. Oppure, tra i 10 articoli, puoi indicare tu al relatore i 4 che secondo te possono essere utili per l’obiettivo della tua tesi.

Così da semplificare il compito del relatore, che quindi dovrà sono approvare la tua scelta o suggerire alternative. 

Assistenza tesi in Psicologia Ecampus: la schedatura di articoli scientifici

I 4 articoli scientifici andranno poi schedati. L’università Ecampus fornisce una scaletta per schedarli, cioè per riassumere i punti principali.

Questa generalmente è la scaletta da seguire, ma controlla sempre sul sito della Ecampus, perché nel tempo potrebbe anche cambiare. 

  • Titolo articolo (con Cognome autori e anno pubblicazione)
  • INTRODUZIONE (max. 5 righe)
  • OBIETTIVI E IPOTESI DI RICERCA
  • PARTECIPANTI (numerosità e caratteristiche principali)
  • PROCEDURA
  • STRUMENTI (Nome STRUMENTI o interviste e obiettivi delle loro misurazioni)
  • RISULTATI PRINCIPALI (strettamente connessi agli obiettivi)
  • CONCLUSIONI (max. 2 righe)

Per fare una schedatura di un articoloscientifico di Psicologia, occorre conoscere bene l’inglese e avere capacità di sintesi.

Gli articoli sono spesso lunghi, in media una decina di pagine. Occorre riconoscere le inforazioni salienti dalle tante altre informazioni che non servono per la schedatura. 

Occorre che, dalla schedatura, il lettore riesca a capire tutto, anche senza aver letto direttamente l’articolo. Occorre quindi essere chiari, non dare per scontato nessun passaggio e chiarire ogni significato.

Assistenza tesi in Psicologia Ecampus: dalla schedatura di articoli scientifici alla tesi

La schedatura è la base della tesi di laurea triennale in Psicologia alla Ecampus.

Gli articoli schedati diventeranno infatti i capitoli della tesi, cioè il corpo centrale, preceduto da un’introduzione e seguito da conclusioni.

Qui ho scritto consigli per scrivere l’introduzione della tesi.

Per scrivere le conclusioni della tesi puoi accorpare le conclusioni dei singoli articoli, che avrai messo nelle singole schedature. 

Assistenza tesi in Psicologia Ecampus: fare sempre riferimento al relatore

Ovviamente, anche se questo è il percorso previsto,il relatore è libero di saltare qualche passaggio oppure organizzarsi diversamente.

Occore avere una comunicazione chiara con lui, efficiente per non fargli perdere tempo, pratica per non sovraccaricarlo, e assertiva, per collaborare proficuamente per raggiungere il tuo obiettivo: diventare dottore in Psicologia! 


Spesso mi contattano laureandi Ecampus di Psicologia, per un supporto operativo per la tesi, perché hanno poco tempo oppure perché non sempre riscono a fare le schedature per difficoltà con l’inglese scientifico. Contattami ora per un preventivo

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Scrivimi a tutor@110elode.net