Seleziona una pagina

La prima prova:

– non è una ripetizione dell’esame di psicologia generale;

– non è una prova teorica, in cui affastellare nozioni;

– non è una prova associazionistica, in cui ad una traccia corrisponde un solo argomento.

La stessa traccia può essere svolta in mille modi e con mille contenuti diversi, tutti adeguati, se opportunamente adattati.

La prima prova dell’EdS è un compito in cui dimostri che utilizzi le teorie per comprendere e affrontare problemi. Non sei più uno studente che deve ingurgitare le ozioni di un programma prestabilito e dimostrare di averle memorizzate a pappagallo.

Prima di fiondarsi a memorizzare teorie, è bene interrogarsi sui possibili problemi legati a quel costrutto (alla memoria, alla motivazione, ecc.).

Problemi concreti, persino banali, non metafisici.

Se ti soffermi a ricostruire un problema, prima di assimilare una teoria, lo studio poi risulterà un po’ meno pesante e meno meccanico.

Lo studio di una teoria diventerà un modo ragionato di utilizzare quella teoria come uno strumento per comprendere quel problema, da dove deriva, cosa si può fare per affrontarlo.

Non si ridurrà a uno sforzo per assimilare passivamente un contenuto. O per conservarlo in mente fino al giorno dell’esame. Potrà avere un senso diverso.

Solo dopo aver pensato a un problema, allora passa a studiare una teoria o due.

Non sei un pappagallo, stai diventando un professionista.

The following two tabs change content below.