Seleziona una pagina

Nei casi clinici di terza prova, essere utile esplorare il funzionamento cognitivo, a prescindere dall’ipotesi diagnostica. Per farlo, finora all’Esame di Stato di Psicologia si citava la WAIS o WISC, come se qualcuno ci obbligasse a usare questo strumento! Infatti, si è creata grave omologazione.


La WAIS o WISC è solo un mezzo, non un fine.

Il fine è ricostruire il funzionamento cognitivo.

Questo fine si può raggiungere con più mezzi: la WAIS oppure l’ENB o un altro test di valutazione cognitiva globale che uno magari ha studiato o visto al tirocinio.

Purtroppo, l’arraffamento di vecchi kit ha fatto sì che tutti vi attingessero e la prendessero come una regola, ma in realtà derivava dal lavoro di tutoraggio abbinato.

Infatti, si lavorava su una batteria di base redatta da Capri su incarico dell’ordine degli psicologi, ma non è cmq un obbligo.

Inoltre, nella prima prova, si lavorava su uno strumento, così da coprire anche un eventuale tema di metodologia che richiedeva la descrizione di uno strumento, e si optava per la WAIS, così tornava utile anche in caso di tema sull’intelligenza.

Arrivati alla terza prova, la WAIS era già pronta.

Insomma, era frutto di strategie didattiche e di un percorso metacognitivo, ma ecco che l’italiano furbetto arraffa e la “vende” come regola assoluta, creando omologazione, nonché irritazione comprensibile da parte dei commissari.

Dal 2018 abbiamo allargato gli orizzonti e lavorato anche su altri jolly cognitivi in prima prova, tipo l’ENB per età adulta e la BVN per età evolutiva.

Diciamo che per età evolutiva, nella maggior parte dei casi si è costretti a usare la WAIS, per distinguere ad esempio tra DSA o Disabilità intellettiva.

In altri casi, o per l’età adulta, nessuno deve sentirsi vincolato a usare Wais e Wisc, non sta scritto da nessuna parte, non c’è una legge e tutto va rapportato al caso specifico.

 Da strategie metacognitive ragionate e flessibili, alle cantilene è un attimo.


In ogni caso, qualunque test andrebbe giustificato: uso questo perché ho ipotizzato X e questo strumento aiuta ad avvalorare l’ipotesi, a chiarire questo aspetto.

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Scrivimi a tutor@110elode.net