Al termine del TFA per il sostegno, bisogna presentare 3 lavori. A volte sono accorpati in un unico file, diviso in 3 parti, a volte sono in 3 file separati.


1) Tesina o elaborato teorico finale

L’elaborato teorico finale del TFA è una tesina mediamente di 25 pagine, ma alcune università chiedono 10 pagine, altre 50.

Anche la struttura può variare in base alle università, ma generalmente c’è sempre almeno una parte sul disturbo del bambino seguito al tirocinio e una parte sulle metodologie didattiche adatte all’inclusione del bambino con quel disturbo.

Nella maggior parte delle università, è consentito trattare anche un disturbo diverso da quello che si è seguito in tirocinio.

2) Relazione di tirocinio

La struttura della relazione di tirocinio, nonostante le variazioni da un’università all’altra, tende a seguire una trattazione “a imbuto”, cioè dal generale al particolare.

Si parte con la descrizione del contesto territoriale e sociale in cui è inserita la scuola. Poi si restringe il focus sulla classe e sulle sue caratteristiche.

Infine si conclude sul bambino seguito al tirocinio, spiegando obiettivi, attività svolte, metodologie, risultati, riflessioni e allegati (materiali, foto, ecc.).

3) TIC

Alla fine del TFA, occorre realizzare e presentare anche un prodotto multimediale.

Questo perché oggi l’insegnante di sostegno, nel suo lavoro, integra le tecnologie per l’informazione e la comunicazione (TIC).

Molti studenti del TFA realizzano la TIC attraverso questo sito gratuito: https://learningapps.org/.


Se ti serve aiuto per l’elaborato teorico del TFA (tesina), contattami qui.

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Scrivimi a tutor@110elode.net