Seleziona una pagina

Chi farà l’Esame di Stato di Psicologia a Giugno, spesso inizia a studiare proprio a Maggio, per vari motivi.


1) è finita da un mese la scorsa sessione in tutte le sedi. In alcune, infatti, si è prolungata fino ad Aprile. Adesso, a bocce ferme, si traggono le conclusioni, si valutano le novità e si riorganizza la preparazione in base alle nuove “tendenze” delle commissioni e delle ultime tracce.

2) non sono ancora uscite le nuove commissioni (non in tutte le sedi), quindi ancora non si è scatenato il “criminal profiling” dei professori: la caccia alle loro preferenze per indovinare i possibili temi, lo studio dettagliato del loro curriculum, dell’approccio psicoterapeutico,  o del segno zodiacale (qualcuno fa anche questo!) per prevedere gli argomenti più papabili…che poi non sempre sono connessi agli interessi, agli insegnamenti e ai settori di lavoro dei commissari ;).

3) manca un mesetto all’Esame di Stato di Psicologia, che è un periodo perfetto per prepararsi: né troppo breve né troppo lungo. A volte può persino bastare per iniziare da zero la preparazione. E’ utile per chi ha già acquisito una base, per fare i ripassi e i ritocchi. E’ utile per chi ha già fatto anche i ripassi e vuole esercitarsi. Insomma, il periodo perfetto per tutti, per valutare a che punto si è con la preparazione, perché in un mese ancora si può tarare e ritarare tutto.


Sì, a molte persone basta un mese, non perché siano geni, ma perché spesso chi impiega molti mesi per prepararsi, è perché perde tempo dietro a troppe leggende, troppo nozionismo , troppo terrorismo che gira intorno all’esame e che induce a uno studio ossessivo e poco pratico. 

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Scrivimi a tutor@110elode.net