Seleziona una pagina

I master Mnemosine danno punteggio nelle graduatorie per docenti, come quelli Eiform e Forcom.  Ecco come funzionano e alcuni consigli. Se serve aiuto per le tesine, scrivimi qui. 


Moduli, saggi brevi e tesina finale

I master Mnemosine per docenti sono divisi in moduli.

Per ogni modulo, bisogna fare:

  • Test intermedi, non obbligatori
  • Un test finale
  • Un saggio breve di almeno 3 pagine

Alla fine del master, bisogna consegnare una tesina di 10 pagine, che sarà oggetto del colloquio orale.

Il saggio breve Mnemosine: come farlo

Ogni saggio breve o “tesina”, associata al modulo, è di almeno 3 pagine, escluso frontespizio e bibliografia.

Può essere utile partire dalla dispensa, riassumendo un concetto.

Così dimostri di aver utilizzato i materiali didattici come base e di averli assimilati.

Poi occorre approfondire con altre fonti, possibilmente scientifiche, quindi sia manuali che articoli.

Così dimostri di andare oltre le basi, altrimenti non sarebbe un approfondimento.

Il saggio breve Mnemosine: dove trovare materiali

Per approfondire un argomento a scelta, puoi basarti su manuali e su articoli scientifici.

I manuali e i libri puoi trovarli su https://books.google.it.

Gli articoli scientifici puoi trovarli su https://scholar.google.com

Non bisogna fare copia-incolla, per non incorrere nei software antiplagio, come Compilatio, che invaliderebbero il saggio breve.

Il saggio breve: come strutturarlo

Come per ogni tesi, tesina o saggio, l’ideale è seguire una trattazione a imbuto: dal generale al particolare, dall’astratto al concreto.

Trattandosi di un master post-laurea, è utile dare anche un taglio didattico e pratico, piuttosto che astratto.

Il saggio breve Mnemosine: come sfruttarlo anche per il lavoro da docente

I master Mnemosine vengono frequentati per aggiornarsi, per avere punti in graduatoria, per lavorare come docenti.

Il lavoro che farai per i saggi brevi o la tesina finale, se lo imposti bene, puoi sfruttarlo anche per il lavoro.

Infatti, da docente, ti troverai spesso a compilare schede, progetti, unità didattiche.

Nella scelta dell’argomento da approfondire nei saggi brevi, è utile quindi optare tematiche che poi ti tornano utili anche nel lavoro.

Quindi, trattare metodologie, attività, protocolli di intervento su problemi specifico o strumenti.

Tutti aspetti che daranno un taglio pratico al suo saggio breve e alla tesina finale, che altrimenti si ridurrebbero a un lavoro noioso e fine a sé stesso.


Se ti serve una consulenza per saggi brevi e tesine del master, contattami qui.

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Scrivimi a tutor@110elode.net