Seleziona una pagina

La seconda prova è, generalmente, un progetto (ma non sempre!).

Saper impostare un progetto significa saper lavorare in modo ordinato, logico, coerente, basandosi su teorie scientifiche, utilizzando metodi validati empiricamente, misurando i risultati ottenuti.

Questo è anche ciò che richiede la professione di psicologo.

Il progetto, quindi, è espressione di una “forma mentis” che dimostra come lo psicologo non lavori in modo caotico e impulsivo, ma in modo scientifico e flessibile. 

Il progetto è costituito da una scaletta di paragrafi da sviluppare. Questi paragrafi possono riguardare riferimenti teorici e metodologici utili a prevenire un disagio, affrontare un problema, promuovere il benessere.

I paragrafi da sviluppare nel progetto possono variare: non essendoci una scaletta rigida e fissa, ciascuna commissione può elaborarne una a modo suo.

I paragrafi, quindi, possono essere in numero variabile.

Alcuni paragrafi tendono a ripetersi (titolo, riferimenti teorici, obiettivi, metodologia, attività, risorse umane e materiali, modalità di valutazione dell’efficacia).

Tuttavia, può cambiare l’ordine in cui sono richiesti i paragrafi oppure il nome con cui vengono chiamati.

Alcuni paragrafi possono essere accorpati. Altri possono prevedere ulteriori suddivisioni interne (obiettivi divisi in generali e specifici).

Alcuni paragrafi possono essere aggiunti o tolti in base a ciò che preferisce ciascuna commissione.

Occorre sempre attenersi ai paragrafi forniti da una commissione. Svilupparli uno a uno, nell’ordine richiesto. E rispettare il nome con cui vengono intitolati dalla tua commissione.

Cosa non è la seconda prova:

– non è una prova mnemonica, in cui studiare mille progetti già svolti da Asl, Regioni, Coop, sperando che esca un progetto uguale a quello che hai già memorizzato;

– non è un tema, da scrivere in modo discorsivo;

– non è una prova di statistica o di ragioneria.

Attenzione! La seconda prova non è per forza un progetto. Ogni commissione è libera di scegliere contenuti e struttura di ogni prova. Occorre adeguare flessibilmente ciò che sai alle richieste della traccia, attenendoti alla scaletta.

Altri suggerimenti per l'EdS:

The following two tabs change content below.
Sono Stella Di Giorgio, psicologa e tutor. Ho realizzato il 1° Kit di Preparazione per l'Esame di Stato, con cui ho aiutato ormai 10 generazioni di psicologi ad abilitarsi. Se serve aiuto, scrivimi a tutor@110elode.net